Itinerario tra arte e gusto in provincia di Siracusa: da Ortigia a Isola delle Correnti

Itinerario tra arte e gusto in provincia di Siracusa: da Ortigia a Isola delle Correnti

Ciao a tutti, oggi vi porto in vacanza con me in Sicilia, e precisamente in provincia di Siracusa fino a Isola delle Correnti, il punto più a sud dell’isola.

Seguiamo un itinerario di arte e cibo che si snoda tra spiagge e siti archeologici, passando per alcuni locali che ho amato molto durante l’ultimo soggiorno. Ecco le esperienze da provare e i locali dove fermarvi durante la vostra vacanza siciliana.

Teatro greco e cannolo siciliano a Siracusa

Partiamo da Siracusa, dove non potete assolutamente perdervi uno spettacolo teatrale all' antico teatro greco, immerso nel parco archeologico della Neapolis che è un sito archeologico senza barriere architettoniche.
Il calendario degli spettacoli, in genere tragedie greche e qualche spettacolo più contemporaneo. Assistere a una tragedia greca, in un luogo che probabilmente ha la stessa età di quando venne scritta non ha prezzo. Gli spettacoli sono molto suggestivi, e abbinate alla location sono davvero speciali.
Potete acquistare i biglietti online o in loco. Io sinceramente preferisco prenderli direttamente li, visto che tanto anche se si acquista online bisogna comunque andare allo sportello e fare un po’ di fila per ritirarli…

Finito lo spettacolo consiglio di spostarsi a cena a Ortigia, l’isola rappresenta la parte più antica della città. Patrimonio dell’umanità e cuore di Siracusa, ospita l’Artemision di Siracusa, ovvero il tempio ionico dedicato alla dea Artemide, le colonne monolitiche del Tempio di Apollo, la piazza dedicata ad Archimede. Nella Chiesa di Santa Lucia alla Badia, dal suo altare maggiore il Caravaggio racconta la storia della santa patrona di Siracusa, svelando all’osservatore più attento i segreti della città sotterranea, e poi ci sono i palazzi del Seicento, il mercato, la Fonte di Aretusa a cui è legata una leggenda antichissima.
Passeggiando per questo spettacolo sul mare, tappa per gustare un cannolo a forma di gelato dai Cannoli del Re, a pochi passi dal Duomo. Gustosi e facili da gustare con la forma a cono.

Tra i vicoli di Ortigia, a caccia di posticini romantici per la cena
I cannoli siciliani a cono di Cannoli del Re a Siracusa

Mandorle, vino e pesce fresco ad Avola

Avola, Marina Vecchia

Per il vino e una granita alla mandorla invece ci spostiamo ad Avola, città delle mandorle perfette e del vino nero d’Avola. Qui consiglio anche una visita al locale museo della mandorla e una degustazione presso una cantina vinicola locale.
Come la Cantina Palmeri, riportata in vita e ristrutturata da una coppia svizzera specializzata in viticoltura biologica. Presso la Tenuta Palmeri si produce vino dal 2009. Ma sul terreno crescono anche olive, arance, mandorle, limoni e melograni, che vengono raccolti ogni anno in piccole quantità.

Se siete fortunati, ad Avola c'è ancora l'usanza nel periodo della vendemmia, di fare in casa la mostarda siciliana

Nel museo della Mandorla di Avola

Per un pranzo a base di pesce freschissimo, il mio consiglio è di restare ad Avola e spostarvi verso la vecchia tonnara, alla borgata di Marina Vecchia. Sosta da Ci:Vulìa, ristorante di pesce dove puoi ordinare il tuo piatto scegliendo il pesce direttamente al bancone della pescheria annessa al ristorante e gustare le ricette, preparate rigorosamente sul momento. Per acquistarlo, consigliatissima anche la pescheria a fianco, pesce freschissimo e una gentilezza squisita.

Pranzo e shopping gourmet da Campisi a Marzamemi

Pranzetto da Campisi, a Marzamemi

Uno dei localini sul mare migliori dove abbia mai pranzato: a Marzamemi, da Campisi, che oltre al bistrot ha anche uno shop di prodotti tipici siciliani (e fanno anche spedizioni). Come sono raccontati i piatti in menu secondo me non rende giustizia ai piatti stessi, che sono ottimi e molto particolari, con dettagli che a volte nella descrizione in menu si perdono. Andateci assolutamente. Attenzione che l'apertura è solo stagionale.

Arte e pasticceria cult a Noto

Noto

Spostiamoci in un altro patrimonio Unesco, Noto, città del Barocco siciliano. Qui, in centro, in corso Vittorio Emanuele, c’è il Caffè Sicilia di Corrado Assenza, re della pasticceria e protagonista di Una delle puntate di Chef's table di Netflix (episodio 2, stagione 4). Una pausa per una granita e brioche (attenzione solo che qui sono un po’ care rispetto alla media, ma ne vale la pena) e poi via per un’esperienza bellissima. Da qualche settimana ha aperto il primo museo d'arte contemporanea a cielo aperto, Photology Air Noto, in una tenuta di 30 ettari. Traendo ispirazione dal tema delle “rovine” come sinonimo di modernizzazione, le mostre sono allestite negli spazi restaurati senza copertura di un convento ottocentesco e in percorsi naturalistici all’interno della tenuta. Qui tutte le info.

Aperitivo al tramonto a Isola delle Correnti

Mar Mediterraneo e Mar Ionio si incontrano qui
Mar Mediterraneo e Mar Ionio si incontrano qui

Spostiamoci verso sud: in circa 40 minuti raggiungiamo prima Pachino, la “capitale” dei pomodorini, e arriviamo per uno dei miei luoghi preferiti: Isola delle Correnti, il punto più a sud dell’isola, dove si incontrano il mar Ionio e il mar Mediterraneo, dove finisce il Sentiero CAI Italia.
Un luogo suggestivo dominato dal vento ma anche abbastanza “turistico”, anche se io, che ci sono stata a fine giugno, non ho trovato per nulla caos.

Aperitivo scenografico al Lido Scialai


Qui amo aspettare il tramonto facendo l'aperitivo al lido Scialai: si può anche pranzare o cenare, alcuni giorni la settimana ci sono musica live (con il trio Camaska, bravissimi!) o dj set, i cocktail sono ottimi e molto particolari e si possono gustare vari aperitivi anche tipici, dalla frittura di pesce alle alici marinate, alle bruschette. Il personale è super gentile.

Spritz, mojito e frittura di pesce

Il lido noleggia anche lettini e ombrelloni per chi ama la spiaggia attrezzata e ha cabine, bagni, ecc… In zona c’è spazio anche per spiaggia libera e con le giuste scarpette per proteggervi dalle rocce potete raggiungere tramite la passerella l’isola con l’antico fortino militare.

Isola delle Correnti
Il video su Isola delle Correnti sul mio Canale IGTV

Leggi anche:

Al.Fa

Ciao, sono Alessandra, faccio la giornalista da oltre dieci anni, lavoro in un'agenzia di comunicazione in ambito food e scrivo di viaggi e cibo per diverse testate online. Le mie passioni? Viaggi, storie autentiche, natura, mobile journalism. Non serve andare lontano per stupirsi. Quello che serve a un viaggiatore sono occhi aperti e buona memoria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.