Viaggiare fuori stagione: i borghi caratteristici in Liguria

valloria2I più famosi sono loro: i borghi delle Cinque Terre. Colpiti duramente dall’alluvione lo scorso anno, sono pronti a ripartire e, dopo lo straordinario lavoro di volontari ed enti locali, sono già pronti ad accogliere visitatori. Unico problema ancora a Vernazza, per quanto riguarda i collegamenti. Ma il borgo è comunque raggiungibile in treno e via mare. Le Cinque Terre con Porto Venere e le Isole Palmaria, Tino e Tinetto, dal  1997 appartengono al Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall'UNESCO. Il Parco Nazionale delle Cinque Terre è il Parco Nazionale più piccolo d’Italia e allo stesso tempo il più densamente popolato, con 5.000 abitanti suddivisi in cinque borghi, Riomaggiore, Manarola, Corniglia, Vernazza e Monterosso al Mare. Dal Marzo 2005 il Parco Naturale Regionale del Begua - Beigua Geopark è riconosciuto come "Geoparco" internazionale nell'ambito della Rete Europea dei Geoparchi e della Rete Globale dei Geoparchi dell’UNESCO.

In Liguria esistono comunque molti altri borghi e piccoli paesi con un fascino incredibile, soprattutto se visitati fuori stagione, prima che il turismo di massa li “invada”. Luoghi in cui il tempo sembra essersi fermato. Pensate a Triora per esempio, sopra imperia: borgo incastonato nella Valle Canobina famoso come il “Paese delle Streghe”. Qui alcune furono messe al rogo durante il Basso Medioevo. Ma molte “curatrici” qui trovarono rifugio. Località magica, ospita anche il Museo Etnografico della Stregoneria.

[nggallery id=6]

In Liguria potete trovare numerosi siti archeologici: per esempio quelli di Luni nella provincia della Spezia e dei Balzi Rossi a Ventimiglia, nella provincia di Imperia. Nel savonese invece le grotte di Toirano e di Borgio Verezzi preservano spettacoli naturali, adatti soprattutto a famiglie con bambini. Nel Golfo Paradiso, tra Camogli e Portofino, sorge la celebre Abbazia di San Fruttuoso di Capodimonte (patrimonio del FAI Fondo per l’Ambiente Italiano), un complesso monastico del X-XI secolo con Chiostro, Sala Capitolare, Chiesa, tombe dei Doria e corpo a mare gotico del XIII secolo. A due passi la celebre Portofino, meta del turismo VIP italiano e straniero e le località balneari del Golfo del Tigullio: Santa Margherita Ligure e Rapallo. Nella Riviera dei Fiori, subito dopo il confine con la Francia, a Ventimiglia, si possono visitare i Giardini Botanici Hanbury, con piante provenienti dalle più diverse zone del mondo.

 

Nell’entroterra della Riviera dei Fiori, alle spalle di Ventimiglia e delle celebri località della costa imperiese come Sanremo e Bordighera, si trovano alcuni paesini caratteristici: Dolceacqua, Apricale, Bussana Vecchia - un borgo artistico sorto sulle rovine di un paesino di origine medievale – Valloria - il paese delle porte dipinte. Lungo la Riviera delle Palme, nella provincia di Savona, si incontra Albenga, un gioiello di arte e storia della Liguria fondato in epoca romana. Nelle vicinanze è possibile visitare Villanova d’Albenga, un borgo di origine medievale il cui centro storico è tutt’oggi racchiuso da mura antiche. L’antica Repubblica marinara di Noli è un borgo marinaro pressoché intatto in cui si respira un’aria di tempo perduto.

Al.Fa

Ciao, sono Alessandra, faccio la giornalista dal lontano 2003!, lavoro in un'agenzia di comunicazione e mi occupo di viaggi e agroalimentare. Le mie passioni? Viaggi, storie autentiche, natura, mobile journalism. Non serve andare lontano per stupirsi. Quello che serve a un viaggiatore sono occhi aperti e buona memoria.

2 thoughts on “Viaggiare fuori stagione: i borghi caratteristici in Liguria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.