Disneyland Paris compie 20 anni: scopri le offerte e le novità!

E' un anno speciale per visitareDisneyland Paris, fra le prime destinazioni più visitate di Francia assieme a Parigi e la prima destinazione turistica in Europa. Il 2012 la vedrà infatti protagonista di una serie di iniziative ad hoc per celebrare il 20esimo anniversario dalla sua nascita. Orari allungati, nuova parata dei personaggi Disney, che per l'occasione avranno costumi completamente nuovi e nuovi show: l'evento del 20esimo compleanno di Disneyland Paris promette novità incredibili. Qualche anticipazione? Il Trenino del 20esimo Anniversario che, attraverso Main Street, permetterà ai suoi viaggiatori di fare nuovi incontri. Arriverà anche la nuova Parata Disney, in una veste completamente nuova e Disney Dreams, spettacolo magico dove il Castello della Bella Addormentata, ricoperto da milioni di pixel colorati, offrirà effetti speciali incredibili, lo vedrete letteralmente mutare, scomporsi, trasformarsi davanti ai vostri occhi. In occasione del 20° Anniversario  Disneyland Paris, inoltre, il Grand Cerimoniere Topolino in persona aprirà le porte del suo camerino, mostrerà gli oggetti di scena e incontrerà in fans. Infine, la fontana: nuovi giochi di luci e musiche e orario prolungato per non perdere nemmeno un attimo di magia.

Se il turismo in Francia durante l’anno passato ha registrato una leggera flessione del 2%,  Disneyland Paris, ha retto bene anche la crisi economica: la chiusura dell’anno fiscale 2011 ha calcolato 15 milioni e 600 mila visite, mentre sono 250 milioni i visitatori che hanno visitato il parco tematico dal giorno di apertura il 12 aprile 1992. La nuova stagione aprirà dal 1 aprile 2012 con numerose novità ad accogliere i turisti: in numeri, Disneyland Paris si prepara a festeggiare il suo compleanno con 56 attrazioni, 60 negozi, 57 ristoranti, 5.800 stanze per la ricettività (con un’aggiunta di 2.400 stanze gestite da hotel associati). Il resort si candida a mantenere il suo primato di destinazione top per l’anno in corso. Il turismo francese però quest’anno ha deciso di scommettere anche su destinazioni alternative.

articolo sponsorizzato

Al.Fa

Ciao, sono Alessandra, faccio la giornalista da oltre dieci anni, lavoro in un'agenzia di comunicazione in ambito food e scrivo di viaggi e cibo per diverse testate online. Le mie passioni? Viaggi, storie autentiche, natura, mobile journalism. Non serve andare lontano per stupirsi. Quello che serve a un viaggiatore sono occhi aperti e buona memoria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.