Pietra Ligure in fiore: é giallo

20130518-200919.jpg

Una chiesa sconsacrata, una missione da portare a termine, forbici e fiori recisi. No, non è la trama di un thriller ma é il "giallo" che si sta vivendo in queste ore a Pietra Ligure. Riusciranno i nostri eroi infioratori a portare a termine la "missione" e realizzare le loro infiorate per domani? Il meteo oggi non è stato benevolo, la pioggia battente ha reso difficile il lavoro degli artigiani, provenienti da 34 città italiane e due tedesche.

Ma loro non si sono scoraggiati e il popolo degli artisti di Pietra Ligure in fiore aveva un piano B, e si é rifugiato nella chiesetta sconsacrata del borgo per lavorare alle loro creazioni.
Stanotte, o comunque quando cesserà di piovere, si riverseranno silenziosi all'esterno per far svegliare la Liguria su un manto di petali e arte.
Questo post quindi è dedicato al popolo degli infioratori, che provengono da diverse regioni italiane e che con pazienza e passione portano avanti la tradizione di trasformare petali e arbusti in opere d'arte.
Pietra Ligure in fiore é una delle infiorate più importanti d'Italia, e sarebbe un vero peccato se il meteo dovesse sospendere l'evento, poiché questo avviene solo ogni tre anni.
Ormai non manca nulla: ci sono gli artigiani delle "arti effimere", i produttori locali che arricchiscono l'evento con il mercatino di prodotti tipici, i negozi aperti e addobbati con fiori per l'occasione.

Manca solo un unico, importante protagonista: il sole! Ma d'altronde la situazione non fa che rendere più avvincente tutto l'evento, perché fino all'ultimo non sapremo come si organizzeranno i nostri infioratori domani e come sarà la festa.
Insomma, un po' di suspense che non guasta.
Che ne dite?
In intanto ci godremo un bel the caldo nei deliziosi caffè del centro storico, alla fine il mare mosso e la pioggia in un posto così hanno anche la loro poesia...
A domani!

Leggi la cronaca del day 1 di Pietra Ligure in Fiore

20130518-210227.jpg

20130518-210359.jpg

Al.Fa

Ciao, sono Alessandra, faccio la giornalista dal lontano 2003!, lavoro in un'agenzia di comunicazione e mi occupo di viaggi e agroalimentare. Le mie passioni? Viaggi, storie autentiche, natura, mobile journalism. Non serve andare lontano per stupirsi. Quello che serve a un viaggiatore sono occhi aperti e buona memoria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.