Patrimonio Unesco: 1 itinerario e 10 motivi per visitare Graz

L'ultimo incontro con l'Austria è stato grazie ad alcuni giorni passati in Carinzia, a Bad Kleinkircheim. Un'esperienza nella natura tra persone accoglienti, calorose e gentili, una natura incredibile e sapori autentici. E' stata la conferma, già intuita durante altri fuoriporta lungo itinerari austriaci, che si tratta di un luogo speciale.

Oggi vi porto, o meglio, vi darò alcuni buoni motivi per visitare Graz, il capoluogo della Stiria, ma anche Capitale dei Sapori dell’Austria, City of Design Unesco e patrimonio Mondiale Unesco, che nel 2014 ha superato per la prima volta un milione di pernottamenti.

Dieci buoni motivi che se uniti, come i puntini di un vecchio gioco della Settimana Enigmistica, diventano anche un itinerario da tenere in considerazione se vi trovate a passare da quelle parti. Cominciamo?

  1. Vale la pena visitare Graz per il suo centro storico, uno dei primi pedonalizzati in Europa, è tutelato dall’Unesco dal 1999. E’ una sorta di museo a cielo aperto, una successione armoniosa di splendidi palazzi che riassumono la storia dei movimenti artistici europei, dal medioevo al XIX secolo, con esempi di architettura moderna ben integrati nel complesso.
  2. Vale la pena visitare Graz per il Castello di Eggenberg, anch'esso dal 2010 tra i siti tutelati dall’Unesco. Circondato da un incantevole parco di 90.000 metri quadrati, dove spicca il prezioso Giardino dei Pianeti, con il suo roseto, 24 Sale Festose, ma anche tre musei.eggenberg
  3. Graz è anche “Design City”: architettura contemporanea e palazzi Jugenstil, la Kunsthaus, il museo a forma di bolla , l’Arsenale e, ancora, l’Opera, pomposa e neobarocca, e la Casa della Musica, un cubo trasparente, da cui sbucano le sette note. Se vi appassionano architettura e design armonizzati con le strutture circostanti, beh, è il posto giusto.
  4. Graz è anche Capitale del Gusto dell’Austria, "Genusshauptstadt", del Ministero dell’Agricoltura austriaco dal 2008. Largo quindi a ottimi piatti, ristoranti di pregio e chef di talento. La Stiria è anche luogo di produzione di pregevoli vini.
  5. Vale la pena visitare Graz per il Joanneumsviertel, più musei in uno, inaugurato nell’autunno 2011, a 200 anni dalla fondazione del Museo Joanneum, il museo universale più antico d’Europa. E’ un nuovo centro culturale che coinvolge tre palazzi barocchi del centro storico,  recuperati da un innovativo progetto. Ospita la Neue Gallerie, il museo di arte moderna di Graz, ma anche del Museo Multimediale, la Biblioteca regionale stiriana e il Museo di scienze naturali. Inoltre ci sono laboratori, sale studio, aree espositive e un passaggio sotterraneo, illuminato dai grandi fori vetrati nella piazzetta che collega i tre edifici .
  6. La Kunsthaus è il museo di arte contemporanea e il “friendly alien”, come lo chiamano i locali, un alieno amichevole che sorprende per la sua pelle blu e i suoi led, in grado di creare giochi di luce sempre diversi. Si abbina alla Kunsthaus, nel bel mezzo del fiume Mur, la Murinsel, l’isola-ponte, a forma di chiocciola, un’oasi di pace nel mezzo dell’azzurro, dove ci sono un anfiteatro, per godersi il sole o il panorama sulla città, un bar di design e un’area giochi per i più piccoli.kunsthaus vista dall'alto
  7. Il Landeszeughaus di Graz, la più grande collezione di armi storiche del mondo conservata in un arsenale originale del Seicento.
  8. Lo Schlossberg, la collina che domina il centro storico di Graz, famosa per la Torre dell’Orologio, del XVI secolo, e per i bastioni, le mura di protezione che oggi circondano splendidi giardini. In loco ci sono anche locali e ristoranti di ottimo livello, anche per godersi il “viaggio”: un viaggio da fare a piedi, approfittando di circa 300 gradini e di una bella rete di sentieri panoramici, ma anche con una funicolare centenaria o un ascensore di design, trasparente, che attraversa il cuore della collina.
  9. Vale la pena fare anche una gita fuoriporta a Graz, per esempio per fare tappa al museo all’aria aperta di Stübing, 60 ettari circondati da boschi dove sono raccolti 96 edifici rurali tra i più rappresentativi dell’Austria. E’ un museo interattivo, con tante iniziative, dove per esempio potete assistere alla mungitura delle capre o imparare a fare la lana.
  10. Vicino a Graz c'è anche il paesino di Piber, dove ha sede il famoso allevamento nazionale austriaco dei lipizzani, che fornisce i cavalli alla famosa Scuola di Equitazione Spagnola di Vienna. La scuderia non è solo casa, nursery, centro di allenamento e di pensione per 250 lipizzani. Le scuderie sono belle anche da visitare: lì trovate anche un museo, un cinema, una “zona esperienze” per immergersi nella vita dei cavalli, un biotopo e la fucina del maniscalco.

Ci sono anche dei pacchetti per visitare Graz e dintorni, per saperne di più visitate la pagina dedicata al turismo di Graz

Ciao, sono Alessandra, faccio la giornalista su web e carta stampata da oltre dieci anni. Le mie passioni? Viaggi, storie autentiche, natura.
Non serve andare lontano per stupirsi. Quello che serve a un viaggiatore sono occhi aperti e buona memoria.

Leave A Comment?