Vuoi salvare il fiume Olona? E' ora di "pedalare"!

Da Castelseprio a Fagnano Olona in bici e in canoa lungo l’Olona: domenica 13 maggio il circolo Legambiente Tradate organizza una giornata di iniziative per portare all’attenzione dell’opinione pubblica le condizioni del fiume.

Alle 9.30 dal Kapuziner Platz di Castelseprio partiranno le escursioni in bicicletta e in canoa alla scoperta dell’ecosistema. Guidati dai volontari del Cigno Verde i partecipanti potranno rilevare lo stato delle acque.

L’arrivo è previsto alle 12.00 presso “Calipolis”, la sede dell’associazione “Contrada dei Calimali” in via Colombo 80 a Fagnano, dove gli escursionisti saranno accolti da un ristoro. Per prenotare il pranzo: 338 2240375 / 329 1398581.

Nel pomeriggio, dalle 14.00, sarà possibile effettuare dei giri di prova in kayak e in canoa oppure fare yoga in riva al fiume. Sempre da Calipolis partirà una passeggiata per visitare la mostra fotografica “La fabbrica ritrovata – Archeologia industriale nella Valle Olona”, allestita da Legambiente e Centro Ricerche Teatrali presso l’ex Cartiera Alto Milanese in via Giulio Cesare a Fagnano.

Le iniziative si svolgeranno anche in caso di pioggia.

“La qualità delle acque del fiume Olona e dei suoi affluenti Bozzente e Lura rimane preoccupante – denuncia Lorenzo Baio, responsabile settore acqua di Legambiente Lombardia - anche in prospettiva dell’entrata in vigore dei parametri definiti dalla direttiva 2000/60 che richiede, entro la fine del 2016, il raggiungimento di un giudizio di qualità "buono" per tutti i corsi d’acqua superficiali. Purtroppo la mancanza di collettamento e di depuratori funzionanti, oltre al forte impatto legato al carico diffuso e alla cementificazione del territorio limitrofo, hanno reso questo corso d’acqua un recettore di scarichi piuttosto che una via d’acqua vitale e dinamica.”

L'Olona è un fiume di 131 km lunghezza e di 1.038 km² di bacino il cui corso si sviluppa interamente in Lombardia. Lungo l'Olona la qualità delle acque viene monitorata nelle stazioni di Varese, Lozza, Fagnano 
Olona, Legnano e Rho. Nelle parta alta del suo corso, l'acqua del fiume risulta di qualità "sufficiente", ma lo stato di alterazione peggiora rapidamente e, all'altezza di Legnano, il fiume entra nella classe "pessima", che si mantiene nel successivo tratto a valle, fino a Milano.

 

Al.Fa

Ciao, sono Alessandra, faccio la giornalista da oltre dieci anni, lavoro in un'agenzia di comunicazione in ambito food e scrivo di viaggi e cibo per diverse testate online. Le mie passioni? Viaggi, storie autentiche, natura, mobile journalism. Non serve andare lontano per stupirsi. Quello che serve a un viaggiatore sono occhi aperti e buona memoria.

One thought on “Vuoi salvare il fiume Olona? E' ora di "pedalare"!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.