I "gioielli di famiglia"? In Islanda sono esposti nel Museo del Pene

museo del pene, museo dei falli, islanda, Reykjavík
Benvenuti al museo dei "gioielli di famiglia" (foto diElín Eydís Friðriksdóttir) 

Proprio così, approfittiamo della tarda notte per un post da “fascia protetta” su una curiosità che riguarda l’Islanda, ovvero il Museo dei Falli. Come potrete ben immaginare, non c’entrano rigori e partite di calcio, stiamo proprio parlando di quella parte maschile che immaginate.

In Islanda esiste un museo dedicato proprio a questo (in lingua islandese Hið Íslenzka Reðasafn) e si tratta della più grande collezione pubblica al mondo di parti falliche. E’ incluso ogni mammifero dell’Islanda: dalle balene a..gli uomini. L'iniziativa ha avuto così tanto successo che la galleria si è trasferita da Husavic, dove era inizialmente alla capitale Reykjavík, visto che attira circa 11.000 visitatori all'anno! E indovinate un po'? La maggior parte dei visitatori sono donne 🙂

Il l'Icelandic Phallological Museum vanta in esposizione una collezione di 280 membri, provenienti da tutti i tipi di mammiferi marini e terrestri dell'isola: dai  cetacei, agli orsi polari, foche, trichechi, cavalli, montoni, renne e così via.

E’ curioso anche il fatto che quattro uomini islandesi hanno sottoscritto un atto legale per il quale promettono di donare i loro “gioielli di famiglia” alla scienza una volta passati a miglior vita. Oltre agli apparati riproduttivi maschili, il museo presenta anche una quarantina di organi riproduttivi di mammiferi e oggetti d'arte e folkloristici a tema.

Ma perchè l’idea di un museo di questo tipo? Il museo vero e proprio nasce nel 1997 ma la sua origine getta le radici molto prima, il suo fondatore, un professore di storia in pensione di nome Sigurður Hjartarson, iniziò in giovane età e poi proseguì per tutta la vita il suo hobby: i collezionare membri di animali raccolti in tutto il paese. Gli ideatori avrebbero in mente di fare della fallologia, una vera e propria materia scientifica. Ci riusciranno?

Se andate in Islanda, potete dare un occhiata: lo spazio museale si trovava prima in una cittadina a nord dell’Islanda, Húsavík, ma da di recente è stato spostato e si trova nella capitale Reykjavík , al 116 di Laugavegur. Per orari, e altre info, potete consultare il sito del Icelandic Phallological Museum 

Intanto, noi vi portiamo a fare un “giretto con queste foto di Elín Eydís Friðriksdóttir...

Esemplari di homo sapiens... (foto diElín Eydís Friðriksdóttir) 

Questi invece di che esemplare saranno? (foto diElín Eydís Friðriksdóttir) 

Questa scultura ha una forma familiare...
Museo del Fallo, Laugavegur 116, Reykjavik, Islanda (foto di Elín Eydís Friðriksdóttir)

Al.Fa

Ciao, sono Alessandra, faccio la giornalista da oltre dieci anni, lavoro in un'agenzia di comunicazione in ambito food e scrivo di viaggi e cibo per diverse testate online. Le mie passioni? Viaggi, storie autentiche, natura, mobile journalism. Non serve andare lontano per stupirsi. Quello che serve a un viaggiatore sono occhi aperti e buona memoria.

2 thoughts on “I "gioielli di famiglia"? In Islanda sono esposti nel Museo del Pene

  1. Ma dai, scopro che l’hanno spostato!!! Peccato perché a Husavik credo ci fosse il contesto giusto per non prendere troppo sul serio una follia del genere. Di certo non valeva la pena di andare fino a Husavik per questo buffo museo. Husavik meritava e merita comunque una visita per il whale watching 🙂

    1. E pensa che lo hanno spostato perchè faceva così tante visite che hanno scelto una sede più grande e centrale 🙂
      molti vanno ancora fino a Husavik e scoprono non è più là.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.