Il made in Italy da mettere in valigia

Brandina bagIn viaggio per l’Italia volti, i dialetti, i piatti tipici, ci parlano del luogo che si sta visitando. E lo stesso racconto è concentrato nelle opere di artigianato artistico che ci sorprendono in borghi poco conosciuti o ammiccano dalle botteghe di un lungomare. Un oggetto di artigianato locale è forse la cartolina più bella al ritorno da un viaggio, e il souvenir più azzeccato perchè, oltre all’estetica va oltre, rappresenta una cultura e fa cultura a sua volta.

Nella precedente puntata del nostro viaggio alla scoperta dell'artigianato italiano vi abbiamo già parlato dei cappelli di paglia di Montappone :oggi restiamo in atmosfera da vacanza, ma scendiamo dalle colline marchigiane e ci spostiamo sul mare. Quello storico, della Riviera Romagnola, e quello isolano dell' isola di Ponza. E’ qui che durante la stagione estiva, hanno aperto alcune botteghe particolari, quelle di “Brandina”, borse che si rifanno ai tipici lettini da spiaggia e ne “rubano” il motivo e il tessuto tipico a righe. Brandina è un marchio ideato dal giovane Marco Morosini, che si definisce un “artigiano pensatore” insieme a Barbara Marcolini. La particolarità di questi accessori dal “sapore di mare” è non solo ‘idea e il materiare in sè, a anche la lavorazione attenta ai particolari artiganale e la possibilità di avere pezzi unici del brand a richiesta. La coppia, un designer e un architetto, cura per il marchio tutte le collezioni, la comunicazione e il design delle produzioni.

Tra gli esempi di eccellenza che sono riusciti a fondere tradizione e innovazione in opere artistiche di alta qualità si parla anche del vetro di Murano, a Nord Est, e di cartapesta del leccese, nel sud Italia. Nel primo caso, l’eccellenza e la particolarità del vetro di Murano è difesa e protetta, da una marchio di tutela e origine: Murano Glass.

vetro di Murano
Una fornace da cui si produce il famoso vetro di Murano

Istituito dalla regione Veneto per proteggere e certificare le opere degli maestri vetrai muranesi, e fortemente voluto dal Consorzio Promovetro Murano, insieme a Confartigianato Venezia ed Unindustria Venezia. Con questo bollino, viene garantita al consumatore la sicurezza di aver acquistato un prodotto realizzato nell' isola di Murano, secondo le tecniche tradizionali degli artigiani locali. Non ci si può sbagliare: il bollino, anticontraffazione e inamovibile, rappresenta uno degli strumenti di lavoro tipici, la borsella nell’atto di creare un piatto e  riporta la scritta "Vetro Artistico® Murano" in foglia d’oro.

Spostiamoci a Sud, a Lecce, per scoprire un’altra tradizione tipica e secolare, cresciuta assieme al luogo dove è nata: la cartapesta del leccese. In Puglia la tradizione della cartapesta è nata durante il periodo della Controriforma, per toccare il suo culmine nell’Ottocento: opere e oggetti di grande impatto cromatico e figurativo e anche gioielli.

 

Al.Fa

Ciao, sono Alessandra, faccio la giornalista da oltre dieci anni, lavoro in un'agenzia di comunicazione in ambito food e scrivo di viaggi e cibo per diverse testate online. Le mie passioni? Viaggi, storie autentiche, natura, mobile journalism. Non serve andare lontano per stupirsi. Quello che serve a un viaggiatore sono occhi aperti e buona memoria.

2 thoughts on “Il made in Italy da mettere in valigia

  1. Grazie mlille per questo pezzo, hai scritto perfettamente la mission di Consorzio promovetro Murano e di Muranoglass.com. Se vuoi connetterti con noi ricorda che siamo su Facebook, twitter e anche Pinterest!
    Giusto una piccola correzione il sito ufficiale dii Vetro Artistico® Murano è http://www.muranoglass.com/.
    Grazie.

    1. Grazie a voi delle belle parole, mi raccomando restiamo in contatto, queste sono le storie e le eccellenze che amiamo raccontare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.