Bad Kleinkirchheim: inverno in Carinzia tra sci, terme e gusto

Bad Kleinkirchheim:  inverno in Carinzia tra sci, terme e gusto

Il nome non ho ancora capito come si pronuncia: Bad Kleinkirchheim. Quello però che ho capito bene di questo borgo in Carinzia, Austria, è che a pochi chilometri dal confine con l'Italia e con la Slovenia, ci offre cento chilometri di piste da sci, slitte e vari sport invernali.
Altra cosa importate che ho capito, io che non so sciare (ebbene si) è che mi aspettano comunque 13.200 metri quadrati di benessere, mercatini di natale, gastronomia, percorsi per le ciaspole che finiscono in degustazioni in baite caratteristiche.

Le terme da scoprire

Per tutta la stagione invernale a Bad Kleinkirchheim, è inoltre valida un'offerta per cui basta acquistare uno skipass valido almeno 2 giorni per accedere gratuitamente, negli orari di apertura delle piste, al centro termale Römerbad, uno dei più innovativi dell’arco alpino, con tre livelli di vasche, bagni, saune, o alle terme St. Katherein , dove passare dalla piscina termale con vortici e correnti, alla vasca salina, rilassante e particolarmente benefica contro la ritenzione idrica.

Römerbad - Therme Bad Kleinkirchheim

Così se piove, se non si ha voglia di andare a sciare o dopo una giornata sulle piste, basta togliere sci e piumino e indossare il costume. Ci si arriva a piedi alle terme Römerbad, proprio ai piedi del Kaiserburg e della pista di Coppa del Mondo Strohsack. E alla stazione di partenza dell’impianto si possono lasciare sci e scarponi.

Le piste da sci

Bad Kleinkirchheim è famosa tra gli sciatori per le sue piste morbide, ampie, disegnate sui Monti Nockberge, dolci “panettoni” dove si contano 25 impianti di risalita che servono 18 chilometri di piste facili, 77 medi e 8 difficili, 3 discese per lo slittino, 800 cannoni per l’innevamento artificiale, 60 chilometri di sentieri sempre puliti per chi ama camminare, 53 chilometri di itinerari per lo sci di fondo e un impianto per il boardercross.

Bad Kleinkirchheim

Le escursioni del gusto con le ciaspole

Parlavamo anche di gastronomia: da non perdere un giro per una (o tutte!) le 23 baite, dove gustare i sapori tipici di quest’angolino d’Austria.
Se siete indecisi su cosa scegliere nel menu, sappiate che la gelbe Supp’n, è una zuppa profumata di zafferano, con tre tipi di carne. Tra i primi segnalo anche i Kärntner Kasnudeln, grossi agnolotti ripieni di patate, erbe di campo e ricotta, o gli Schupfnudeln, gnocchetti dalla forma allungata con semi di papavero.

Per chi vuole unire movimento e gusto, e sentirsi meno in colpa quando andrà all'attacco della cucina, ci sono sei appuntamenti molto carini, le "escursioni dei sapori" che consistono in sei passeggiate con le racchette da neve sull’altipiano del Feldpannalm: dopo l’escursione guidata c'è degustazione speciale, con lo chef Marco Krainer, una star della tv austriaca, che proporrà paté di formaggi e di trota, zuppa gialla e spezzatino di selvaggina. A valle si torna a tutta velocità, con lo slittino.

Gli appuntamenti per le escursioni dei sapori sono già fissati (20 gennaio, 4 e 11 febbraio, 4, 11 e 18 marzo) e il prezzo è di 59€.

Per saperne di più, consultate il sito dell'ufficio del turismo di Bad Kleinkirchheim

Al.Fa

Ciao, sono Alessandra, faccio la giornalista da oltre dieci anni, lavoro in un'agenzia di comunicazione in ambito food e scrivo di viaggi e cibo per diverse testate online. Le mie passioni? Viaggi, storie autentiche, natura, mobile journalism. Non serve andare lontano per stupirsi. Quello che serve a un viaggiatore sono occhi aperti e buona memoria.

2 thoughts on “Bad Kleinkirchheim: inverno in Carinzia tra sci, terme e gusto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.