Riceviamo e pubblichiamo questa riflessione a cura di Ahmed, titolare dell'agenzia di viaggi Corsini Travel, con sede a Il Cairo, sulla questione del blocco dei viaggi verso l'Egitto.

Sono Ahmed di Corsini travel. Oggi e domenica dovrebbero arrivare I voli ma sono vuoti per prendere I turisti che stanno qua,in attesa della ripresa prevista il 15 /09. Ma noi cosa diciamo qua in EGITTO  su questo fatto:

 

Ø  Sembra strano che l'Italia ferma il movimento turistico al Mar Rosso ,sopratutto dopo che tutti hanno mandato segno di sicurezza sia dall'ambasciata italiana qua che i cittadini italiani qua.

Ø  Per noi egiziani non era una decisione per sicurezza presa dall Italia ,ma praticamente una carta per pressare sul governo egiziano  per cambiare alcuni atteggiamenti contro la fratellanza.

Ø   Seguendo gli articoli di Emma Bonino e Mario Mauro,si nota che hanno cominciato di capire la realta in Egitto e hanno cambiato il tono del linguaggio ,nel senso che le loro dichiarazione e` una conferma sottoleniata che la fratellanza erano tanto violenti e il governo ha preso le regole giuste per salvare il paese.

Ø  Una cosa molto importante siamo stati sempre noi a avvisare i tour operator di non mandare gente quando c'era un vero pericolo. Quindi ci stiamo chiedendo solo perché bloccare tutto.

Ø  Sia in Egitto che in Italia abbiamo perso tutto e veramente la situazione è grave.

Scritto da:

Al.Fa

Ciao, sono Alessandra, faccio la giornalista dal lontano 2003! Lavoro in un'agenzia di comunicazione e mi occupo di viaggi e agroalimentare.

Le mie passioni? Viaggi, storie autentiche, natura, mobile journalism.

Non serve andare lontano per stupirsi. Quello che serve a un viaggiatore sono occhi aperti e buona memoria.