islanda_tour_giver

Islanda da scoprire…con Giver. Il tour che mi aspetta e le tappe

Tra qualche giorno partirò per il mio secondo viaggio in Islanda. Dopo averla visitata con il tour operator Giver in inverno (vi ricordate gli scivoloni sul ghiaccio alla cascata Skogafoss?), è l’occasione per poterla conoscere meglio anche in estate, sempre con lo stesso to, che ha una filosofia molto “local” e poco “turismo di massa”. Nella valigia: scarponi, abbigliamento da trekking, GoPro e dispositivi per cercare di condividere con voi alcune delle zone più avventurose e pazzesche d’Islanda.

 

Per una settimana vi racconterò quindi un’Islanda particolare: dai suoi punti forti (Geysir, Gullfoss, Thingvellir e laguna glaciale di Jokulsarlon, la laguna con i piccoli iceberg  blu, fino a zone meno conosciute, da raggiungere in modo avventuroso, non a caso il nostro mezzo di trasporto sarà attrezzato per tratti al di fuori della Ring Road, con asse rialzata.

Il deserto glaciale di Askja

Mi riferisco in particolare ad Askja: un territorio lunare, un “deserto glaciale”. In questa landa surreale sembra di essere in un altro pianeta. Non a caso, è proprio qui che gli astronauti Armstrong e Aldrin fecero ‘allenamento’ in questa zona prima della missione Apollo 11. Insomma, calpesterò lo stesso terreno percorso dai primi due uomini che hanno  camminato sulla Luna! Giver Viaggi è l’unico tour operator italiano che porta gruppi in pullman ad Askja.
Sarà una giornata piena e faticosa (è il quinto giorno del programma) ma senz’altro unica, con una tour leader speciale, Laura, che è anche geologa, sarà pazzesco conoscere questo luogo raccontato da lei.

Islanda da scoprire: il tour

E’ definito un “tour dinamico e avventuroso per chi vuole spingersi oltre le principali attrazioni turistiche, alla scoperta dell’affascinante natura islandese”, tra cascate, laghi, parchi e le emozionanti piste del deserto glaciale.

giver, tour, islanda, mappa

credits photo: www.giverviaggi.it

Una volta arrivati a Reykjavik partiremo per Thingvellir, sede dell'antico parlamento islandese e zona di interesse geologico. Il Parco Nazionale di Þingvellir è Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO ed è qui che nell’anno 930 è stato fondato appunto l’Alþingi, ovvero Parlamento Nazionale dell’Islanda. Non solo: questa è una delle tante location islandesi che sono servite da set per il Trono di Spade, in particolare la quarta serie, durante il viaggio di Arya e Sandor. Faremo naturalmente tappa anche a Geysir e Gullfoss, la cascata d’oro, che avevo visto ghiacciata due anni fa. Procederemo poi verso la costa sud lungo le pendici del vulcano dal nome impronunciabile, Eyjafjallajokull e ci avvieremo alla scoperta delle montagne del sud islandese, lungo la stupenda vallata del Domadalur, l'aerea geotermica di Landmannalaugar, e proseguiremo lungo la pista Fjallabak, percorso emozionante caratterizzato da numerosi guadi e panorami mozzafiato.

 

Ghiacciai, lande e Games of Thrones

 

Naturalmente visiteremo il Parco Nazionale del Vatnajokull, il ghiacciaio più grande e maestoso d’Europa. Se siete appassionati della serie fantasy Trono di Spade, sappiate che la grande Barriera del Nord si trova qui, ed è una location usata per molte scene dei Guardiani della Notte. Continueremo verso la laguna glaciale di Jokulsarlon per una breve navigazione tra i ghiacci, Hornafjordur lungo la frastagliata costa orientale e arriveremo a Herad.

Finalmente faremo tappa da Askja: sarà la tappa più impegnativa del viaggio, attraverso il deserto che caratterizza tutto l'interno dell’Islanda. Sto parlando di più di 200 km di piste impervie e sabbiose, in una delle regioni più remote d’Europa e poi al Lago Myvatn molto interessante dal punto di vista vulcanico e geotermale. Naturalmente, faremo anche una sosta per visitare Godafoss, la cascata degli Dei, prima di tornare a casa.

Cercherò di raccontarvi la mia avventura in diretta (con le nuove regole del roaming in Europa dovrebbe essere più semplice) seguite gli hashtag #beicelandic, #avventurainislanda sui social !

Ma soprattutto, cercherò di realizzare i miei primi video a 360....spero...

Quello che so, è che ci saranno più obiettivi fotografici che scarpe stavolta in valigia 🙂

Ciao, sono Alessandra, faccio la giornalista su web e carta stampata da oltre dieci anni. Le mie passioni? Viaggi, storie autentiche, natura.
Non serve andare lontano per stupirsi. Quello che serve a un viaggiatore sono occhi aperti e buona memoria.

Leave A Comment?