Vacanze fuori stagione: trekking da non perdere in Toscana

Vacanze fuori stagione: cosa c’è di meglio? E’ il momento in cui le località diventano più autentiche, dove ci si sposta senza stress.

Il momento giusto per scoprire l’Arcipelago Toscano e i sentieri della costa.

Questo grazie a un’iniziativa che vi consiglio vivamente se avete voglia di contatto con la natura e di passeggiare. E’ in svolgimento, fino ad autunno, tra settembre e metà novembre 2011, il Tuscan Coast and Islands Walking Festival. Premesso che già un’iniziativa che riesce a conciliare le parole “camminare” e “festival” per noi si aggiudica già una medaglia. In più, il tutto avverrà in dei siti naturali incredibili. Ragazzi si tratta di escursioni di trekking davvero suggestive: alla scoperta di antichi mestieri i necropoli nascoste, vecchie cave e panorami incantevoli.

Alcune escursioni sono facili, altre più difficili. Il consiglio è, se siete in forma, di prendere al volo la vostra attrezzatura da trekking e partecipare!

Anzi, se vi va, mandateci poi le foto della vostra escursione! Siamo sicuri ne varrà la pena.

L’ evento-escursione interessa infatti i Parchi della Val di Cornia, in provincia di Livorno, con 7 appuntamenti all’insegna della natura, del buon cibo, della storia e dell’archeologia.

Vediamo alcune date del Tuscan Coast and Islands Walking Festival.

Sabato 17 settembre, all’interno del Parco archeominerario di San Silvestro (Campiglia Marittimama), ci si mette  “Sulla via del corbezzolo. Il giro attraversa le colline che separano il centro abitato del piccolo comune San Carlo dalla Valle dei Manienti. Un cammino tra boschi della macchia mediterranea e rilievi interessati fin da epoca antica dall’estrazione del calcare e del marmo. Alla splendida Rocca di San Silvestro, villaggio medievale di minatori e fonditori a servizio dei Conti della Gherardesca per la ricerca e l’estrazione di metalli monetabili, è possibile partecipare alle attività di un cantiere medievale, assistendo alla lavorazione della pietra, alla costruzione delle murature, alla decorazione della ceramica e alle attività del fabbro. Il ritrovo è alle 10 nella piazza centrale di località San Carlo e la durata dell’uscita, impegnativa, è di circa 6 ore. Alle auto si rientra con bus riservato. Il prezzo è di 15 euro a testa.

Domenica 18 settembre ci si sposta dal golfo di Baratti al Parco costiero di Rimigliano (S.Vincenzo) per “Walk & food”, una giornata tra natura e archeologia gustando piatti prelibati nelle 4 gustose soste ristoro. Una camminata facile di circa otto ore che prevede anche la visita ai recenti scavi condotti dalla Soprintendenza archeologica della Toscana alla Villa del Barone. La proposta costa 18 euro per persona.

Sabato 24 settembre si entra nel Parco Costiero della Sterpaia (Piombino) per un “Itinerario poetico tra arte, cultura e natura”. Qui, all’interno di un bosco millenario, le querce più significative per forma e dimensioni sono state ornate da opere in bronzo dello scultore Marcello Guasti. Il paesaggio è inoltre arricchito da opere di Land Art. Gli artisti presenti daranno forma alla loro creatività. L’appuntamento è alle 15,30 al parcheggio di Carlappiano. L’escursione, facile, dura 2 ore e mezzo. Per partecipare si pagano 6 euro a testa.

Domenica 25 settembre si va al Parco archeologico di Baratti e Populonia (Piombino) per un breve viaggio “Dagli etruschi ai romani ”. Si parte con la visita della necropoli di San Cerbone e del Casone, per proseguire lungo la via del Ferro, la via delle Cave, attraverso un bosco di sughere e querce da cui affiorano gli antichi punti di cava e la necropoli ellenistica scavata nella roccia. S’imbocca la via della Romanella, l’antica strada che collegava la necropoli all’acropoli, e si esce dalle mura. Ecco finalmente l’acropoli: dallo spazio pubblico della Populonia romana si arriva alla sommità di Poggio del Telegrafo, dove sono visibili i resti della fondazione di capanne. Infine si ridiscende verso il golfo di Baratti percorrendo a ritroso la via della Romanella. Il punto di partenza, alle 10,30, è l’ingresso del Parco di Baratti e la durata della gita, mediamente impegnativa, è di 6 ore. Il costo è di 10 euro per persona.

Appuntamento con il “trekking geologico” domenica 2 ottobre al Parco archeominerario di San Silvestro. Al suo interno vi sono rocce molto interessanti sia dal punto di vista geologico che minerario, che hanno fatto sì che il territorio fosse interessato, fin da epoca antica, dalla ricerca ed estrazione dei minerali metalliferi.

Durante il trekking si potrà percorrere anche la galleria mineraria del Temperino, scavata nel corso del 1800 e 1900. Ci si ritrova alle 10 all’ingresso del Parco in località Temperino e la durata dell’esplorazione, impegnativa, è di 6 ore. Il prezzo è i 10 euro a testa.

Domenica 9 ottobre il Parco Naturale di Poggio Neri ospita il “Trekking tra i castagni e gli antichi mestieri”. Siamo a poca distanza dall’antico borgo di Sassetta, in una foresta collinare dominata da lecci e castagni, ed è popolata da caprioli e cinghiali.

Una camminata affascinante. Pensate che lungo sentiero è stata realizzata, una fedele ricostruzione delle difficili condizioni di vita del carbonaio. C’è poi da vedere il Percorso Botanico che costeggia Poggio Bufalaio, sulle cui pendici si trovano le cave abbandonate per la coltivazione del marmo rosso e che si apre con una suggestiva panoramica sul borgo. La partenza è alle 10 a Sassetta, nei pressi dell’ufficio informazioni turistiche. Il tragitto è mediamente impegnativo e dura 3 ore. Per partecipare si pagano 6 euro per persona.

Domenica 16 ottobre si fa “Trekking tra i boschi alla scoperta dell’antico monastero di San Quirico” all’interno del Parco archeologico di Baratti e Populonia (Piombino). Il percorso, dagli scorci suggestivi, conduce dal golfo di Baratti fino a Populonia e al suo cuore medievale. Un vero e proprio viaggio indietro nel tempo, dalla necropoli ellenistica delle Grotte verso i resti del monastero nascosto tra gli alberi, riportato da poco alla luce. Poi si prosegue salendo in direzione del Castello di Populonia, splendido affaccio sulle isole, per poi percorrere la via della Romanella. Il ritrovo è alle 10 all’ingresso del Parco di Baratti e la durata della passeggiata, mediamente impegnativa, è di 6 ore. Il biglietto costa 10 euro.

Per partecipare alle passeggiate è obbligatorio prenotare.

Per informazioni e prenotazioni: Tuscan Coast and Islands Walking Festival

E-mail: prenotazioni@parchivaldicornia.it

Sito web: www.tuscanywalkingfestival.it

Tel 0565.226445

Progetto regionale Costa di Toscana e Isole dell’Arcipelago

www.toscanacosta.it

Al.Fa

Ciao, sono Alessandra, faccio la giornalista da oltre dieci anni, lavoro in un'agenzia di comunicazione in ambito food e scrivo di viaggi e cibo per diverse testate online. Le mie passioni? Viaggi, storie autentiche, natura, mobile journalism. Non serve andare lontano per stupirsi. Quello che serve a un viaggiatore sono occhi aperti e buona memoria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.