Vacanze: il cosiddetto "spot anti Italia" in Svezia. Sarà vero?

20130502_pubblicita-svezia-offende-italia

La faccia triste di una bambina in procinto di partire per una vacanza in Italia e sotto una scritta che riporta ”Quest’ estate, alcuni bambini saranno costretti ad andare in Italia”.

E’ uno dei nuovi manifesti “pubblicitari” apparsi in Svezia in questi giorni, che pubblicizza il parco di divertimenti di Goteborg, dipingendolo come un vero "paradiso per bambini”.

Qualcuno ha già parlato di pubblicità offensiva verso il nostro Paese, ma più che altro il messaggio sarebbe quello di valorizzare il turismo sotto casa.

Anzi, da un certo punto di vista è una pubblicità quasi gratificante, visto che nel mirino della pubblicità spiccano anche altre due bellissime località del turismo, ovvero Maiorca e Creta. Insomma alcune delle località, almeno per gli Svedesi, riconosciute da tutti come tra le più belle per una vacanza. No?

Resta da vedere se i bambini svedesi la pensano davvero così! La Svezia in estate è un paradiso, ma è pur vero che, se è possibile, è piacevole qualche giorno all’anno andare in un luogo dove le temperature sono più gradevoli e il sole più caldo.

Il parco divertimenti sponsorizzato con questo spot è quello di Liseberg, e, se passate dalla Svezia, merita una tappa.

Si tratta infatti del parco divertimenti più grande e più frequentato di tutto il Nord Europa, ed anche una delle attrazioni più popolari della Svezia, immerso in uno scenario verde e naturale magnifico. Spesso si guadagna menzioni d’onore nella top ten dei dieci migliori parchi divertimenti al mondo.

Che dite, sarà anche magnifico, ma molto probabile che un bimbo svedese, dopo tanto Liseberg, abbia voglia che ne so, di visitare Rainbow Magicland a Roma, magari con il nostro sconto 🙂

Insomma voi che ne dite? Davvero vi sembra una pubblicità offensiva verso l’Italia?

 

Al.Fa

Ciao, sono Alessandra, faccio la giornalista dal lontano 2003!, lavoro in un'agenzia di comunicazione e mi occupo di viaggi e agroalimentare. Le mie passioni? Viaggi, storie autentiche, natura, mobile journalism. Non serve andare lontano per stupirsi. Quello che serve a un viaggiatore sono occhi aperti e buona memoria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.