Merano in bicicletta

Merano in bicicletta

City bike, mountain bike, biciletta da corsa, e-bike: la bicicletta, di qualsiasi modello essa sia, è il mezzo ideale per muoversi e visitare Merano

Tutti i tipi di due ruote a pedali consentono di raggiungere rapidamente gli angoli nascosti della città e di spingersi nelle zone circostanti alla scoperta di paesi, castelli o scenari naturali incantevoli. 

Inoltre, il clima particolarmente favorevole, in ogni stagione dell’anno, agevola l’uso della bicicletta, che, oltre ad essere un comodo veicolo, è anche il mezzo che in assoluto rispetta di più l’ambiente.


Girare per Merano in bici

Girare per Merano in bici è comodo, salutare e anche sicuro. Dal 2022 sono stati dislocati in giro per la città, i Bike-box che permettono di custodire la propria bici gratuitamente per 24 ore.

È sufficiente scaricare l’app, scegliere il box libero, e poi seguire le indicazioni per mettere al riparo e al sicuro la propria bicicletta.

Per chi è curioso di conoscere il territorio in tutte le sue sfaccettature, interessante è la proposta delle escursioni guidate in E-Bike (Sissi Tours): il programma prevede di visitare i masi, degustandone il vino e le specialità di loro produzione, di approcciare con la gente del posto per conoscere la cultura sudtirolese.

Merano offre anche un’articolata rete di percorsi ciclabili, varia come il paesaggio di questa zona: tra frutteti e vigneti, su fino ai valichi alpini, di fianco a corsi d’acqua o in città. 

Piste ciclabili a Merano e dintorni

Tra le piste ciclabili meritano una menzione particolare quella della Val Passiria e quella della Val Venosta. Quella che conduce da Merano a San Leonardo in Passiria ha un dislivello di circa 370 metri e per 20 km costeggia idilliaci frutteti, romantici ponticelli e incantevoli paesi.

Quella che congiunge Merano al Passo Resia (Val Venosta) ha invece la lunghezza di 80km e si snoda lungo l’Adige, seguendo la Via Claudia Augusta. Per percorrere l’intero tracciato, il suggerimento è di raggiungere il paese di Malles in treno e poi il Passo Resia in pullman. Da lì si parte per un itinerario facile in leggera discesa, attraverso i prati e i frutteti della Val Venosta, fino ad arrivare a Merano. 

Per gli amanti della mountain bike, la scelta è altrettanto vasta: sentieri a tutte le altitudini comprese tra i 300 e i 3000 m di quota, dalle palme ai ghiacciai. Molto apprezzati sono i tour di rifugio in rifugio, in cui alla sfida sportiva si associa il piacere per il palato, assaporando le delizie locali. 

Il territorio di Merano è perfetto anche per gli appassionati di bici da corsa, soprattutto per le strade estremamente panoramiche che portano ai passi, come quelle che conducono al Passo Rombo (2.509 m) al Passo di Monte Giovo (2.094 m) o al Passo Palade (1.152 m).

Noleggio bici a Merano

Inoltre, novità di quest’anno il servizio innovativo di noleggio per e-bike e mobility scooter delle Terme Merano, che hanno voluto così dare un contributo concreto alla mobilità sostenibile senza emissioni. Insieme al partner Emoby, hanno realizzato un sistema di noleggio di biciclette e scooter elettrici - il primo nel suo genere non solo in Alto Adige - un progetto pilota “Park & Move” a livello mondiale. Si tratta di un noleggio automatico che dispone di 10 e-bike in piazza delle Terme e di una stazione di ricarica e noleggio automatico per i mobility scooter al piano A del parcheggio delle Terme. Sia le e-bike che i mobility scooter possono essere noleggiati.

La ricarica delle biciclette elettriche avviene tramite una stazione induttiva senza fili. Il sistema è monitorato tramite diagnosi e manutenzione a distanza per garantire un'efficienza continua e il motore elettrico delle biciclette supporta l'utente a seconda della pressione sul pedale e ha un raggio d'azione fino a 120 chilometri. I prezzi per il noleggio: 0,07 euro al minuto, cioè 4,20 euro all'ora; fino a un massimo di 26,00 euro al giorno.

Merano2000

Infine, Merano è una destinazione privilegiata anche perché gode della presenza di un’opportunità di altissimo livello, che le conferisce uno status unico: parliamo della possibilità di esplorare Merano2000.

Dalla città all’aria frizzante dei 2.000 metri di quota in pochissimo tempo. 10 minuti di bus per raggiungere la partenza della funivia e altri 7 per arrivare a 2.000mt di altezza a Merano2000, nel mezzo dell’altopiano di Avelengo, uno dei più grandi altopiani dell’Alto Adige.

Da qui la possibilità di esplorare, a piedi o in bici, boschi, montagne, attraverso una miriade di sentieri e strade forestali. Inoltre, oltre 10 malghe e ristoranti offrono la possibilità di assaggiare le classiche pietanze tipiche della regione. Alla partenza della funivia anche un noleggio attrezzato bici o e-bike, per godersi la giornata sul sellino, potendo intraprendere uno dei tantissimi percorsi adatti a qualsiasi tipo di preparazione e di età.

Per maggiori info: www.merano.eu 

Al.Fa

Ciao, sono Alessandra, faccio la giornalista dal lontano 2003! Lavoro in un'agenzia di comunicazione e mi occupo di viaggi e agroalimentare. Le mie passioni? Viaggi, storie autentiche, natura, mobile journalism. <em>Non serve andare lontano per stupirsi. Quello che serve a un viaggiatore sono occhi aperti e buona memoria.</em>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.