Una giornata in Alpe Devero: sentieri e info utili

Una giornata in Alpe Devero: sentieri e info utili

Magnifica Alpe Devero in ogni stagione dell’anno: il foliage autunnale, la neve che la trasforma in presepe in inverno, la Natura protagonista con i suoi animali in primavera ed estate.

Una delle montagne più amate, si trova in provincia di Verbania, in Piemonte, a pochi chilometri dal confine con la Svizzera. L’Alpe Devero è una piana a 1630 metri di altezza circondata da sentieri di diverse durate e difficoltà, laghi e cascate, produttori agricoli e prodotti a km 0, baite, villaggi, scenari da sogno.

Cascata Alpe Devero
Panorami fiabeschi arrivando alla piana dell'Alpe Devero

Una montagna che amo per la sua bellezza e anche, perdonatemi il termine, per la sua “facilità”: per raggiungerla e per viverla, indipendentemente che siate uno scalatore esperto, un semplice amante della Natura, un camminatore della domenica o una famiglia con bimbi al seguito.

L’Alpe Devero offre possibilità di essere vissuta appieno da ognuna di queste categorie, offrendo una vasta rete di sentieri e servizi.

A partire dalla strada per raggiungerla!

Alpe Devero: come arrivare

Per raggiungere in auto l’Alpe Devero bisogna prendere l’autostrada Genova-Gravellona (A26) e proseguire sulla statale del Sempione al termine dell’autostrada oltre Domodossola per poi uscire a Crodo. Proseguire seguendo le indicazioni per Alpe Devero, verso Baceno. 

La cosa più semplice è impostare semplicemente Google Maps sul telefonino mettendo come destinazione Alpe Devero e vi ci porterà lui.

Si arriva alla piana dove sono presenti parcheggi a pagamento (5 euro al giorno) . Se il parcheggio fosse pieno, c’è anche un auto silos che costa 2 euro in più oppure, se è proprio già tutto occupato, si può lasciare l’auto in un parcheggio più in basso, e salire a piedi (mezz’oretta di cammino) o prendere la navetta attiva nei fine settimana di solito.

Per arrivare in treno in Alpe Devero invece bisogna scendere alla stazione di Domodossola. Una volta scesi a Domodossola c'è il servizio di pullman che porta a Baceno e da qui un servizio navetta, il Prontobus, che accompagna vino al parcheggio dell'Alpe Devero (qui gli orari del Prontobus)

Alpe Devero: i sentieri facili da provare

Una volta arrivati alla piana dell’Alpe Devero, allacciate bene gli scarponi da trekking, riempite le borracce e tirate fuori i bastoncini da trekking (consigliati) per mettervi in marcia!

Consiglio tre sentieri molto belli da provare la prima volta:

Quello al Lago delle Streghe passando per il villaggio di Crampiolo (45 minuti): un percorso tra prati e bosco attraverso paesaggi bucolici, il delizioso villaggio di Crampiolo con le sue baite fino ad arrivare allo splendido e trasparente lago delle Streghe, circondato da alberi che si riflettono sulle acque cristalline. Un paesaggio da sogno legato a una leggenda.

lago devero panorama
Il lago Devero

Quello che prosegue fino al lago Devero (circa un’ora di cammino): percorso che da Crampiolo prevede una salita in pavè fino ad arrivare a una diga e al lago Devero, circondati da natura e blu intenso. 

Quello che vi porta a fare il giro del lago Devero (circa un’ora e mezza di cammino)

Sono sentieri facili con salite moderate. 

Ancora più semplice e a misura di passeggino è il sentiero della Piana del Devero, un sentiero circolare in terra battuta dotato di supporti multimediali, con audio guide che si possono scaricare e ascoltare direttamente dal proprio telefonino o tramite palmari ad hoc che si possono ritirare al Museo dell’Alpeggio o al punto di ristoro La Lanca.

Un sentiero mediamente facile, se siete già abituati a camminare e molto bello, è quello verso il Lago Nero (circa 2.40 h l’intera passeggiata) : un percorso che porta a scoprire i grandi larici del Devero, cascate, animali selvatici e che ricorda le atmosfere del Grande Nord della Letteratura.

Alpe Devero dove mangiare

Agriturismo Caseificio Alpe Crampiolo
Noi abbiamo pranzato con un tagliere di ottimi salumi e formaggi locali con miele a km0 al bellissimo Agriturismo Caseificio Alpe Crampiolo.

Premessa: l’unico lato “negativo” dell’Alpe Devero è che piace davvero a tutti. E che quindi c’è sempre molta gente, soprattutto nel weekend.

Il consiglio è se si va nel fine settimana di partire presto e di prenotare comunque l’agriturismo o il ristorante in cui ci si vorrà fermare a pranzo.

In alternativa si possono acquistare panini salumi, formaggi o prodotti locali in uno dei piccoli negozietti prima di mettersi in marcia e organizzare un picnic lungo il cammino o nelle postazioni ad hoc presenti a Crampiolo.

Gite fuoriporta: Croveo e Baceno 

Lungo la strada per l’Alpe Devero meritano una sosta Baceno e la sua frazione Croveo: la prima, vivace paesino montano con presente molti bar e un market per acquistare prodotti tipici di ritorno dalla gita o per organizzare picnic in quota. Da visitare la chiesa monumentale di Baceno, San Gaudenzio, del X secolo, monumento nazionale e una delle più belle chiese delle Alpi.

Di stile romanico originario a cui si sono mescolati gotico e barocco. Da non perdere la cappella sotterranea dedicata alla Madonna di Lourdes con molti ex voto.

La storia di questi borghi e della Valle Antigorio si intrecciano con quella del Concilio di Trento e con numerosi processi per stregoneria, che perseguitò e mise al rogo molti innocenti. 

Storie che non si dimenticano soprattutto a Croveo, piccola frazione decorata con diverse raffigurazioni di streghe per le strade, e una sorta di museo a cielo aperto con pannelli, vicino alle sagome “stregate” che raccontano la storia di questa valle e delle sue antiche e sagge donne. 

Video Alpe Devero

Qui trovate un paio di video girati in una giornata in Alpe Devero per farvi un'idea di che panorami fantastici ci siano! Guardateli in verticale!

Al.Fa

Ciao, sono Alessandra, faccio la giornalista da oltre dieci anni, lavoro in un'agenzia di comunicazione in ambito food e scrivo di viaggi e cibo per diverse testate online. Le mie passioni? Viaggi, storie autentiche, natura, mobile journalism. Non serve andare lontano per stupirsi. Quello che serve a un viaggiatore sono occhi aperti e buona memoria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.