Riti ancestrali: la transumanza, dove vederla

Riti ancestrali: la transumanza, dove vederla

Assistere alla transumanza  è uno spettacolo unico, anche perché è un rito ancestrale che si verifica solo due volte all’anno e solo in alcune zone di montagna.

I pascoli salgono agli alpeggi nei mesi estivi, e scendono a valle prima che il freddo arrivi a lambire le cime più alte delle montagne. Questo momento è arrivato, o meglio arriva a metà settembre. Ed è così che attorno al 13-14 settembre in alcune località montane si può assistere a questa magica carovana fatta di pastori, pecore e campanelli, con i cani che le guidano e accompagnano.

Pecore a passeggio al passo Gemmi durante la transumanza
Pecore a passeggio al passo Gemmi durante la transumanza

La transumanza

A tarda estate e in autunno, prima che il clima si faccia troppo freddo, sugli alpeggi estivi d’alta montagna, il bestiame viene riportato a valle, dove le temperature sono più alte, per l’inverno: questa è la transumanza. Un tempo un buon ricavato di latte, burro e formaggio era decisivo per la sopravvivenza dei contadini nel periodo invernale. E così, a fine estate, quando si scendeva dalla montagna, si festeggiava le mucche che avevano dato più latte addobbandole con corone di fiori, mentre grandi campanacci rispecchiavano la ricchezza del loro possessore. Nei villaggi attorno a Innsbruck, Natters, Mutters, Rinn a Ellbögen, ma anche in Svizzera e in Tirolo si può ancora assistere a questo spettacolo e i paesi dove avviene il passaggio organizzano eventi, sagre e iniziative per farlo vivere a tutti.

In molti villaggi alla transumanza si unisce la Festa di ringraziamento per il raccolto, che viene sempre preparata con grande dedizione. Corone di spighe, fiori e frutti dei campi adornano gli altari delle chiese e durante le messe e le processioni si fanno benedire i doni della terra. Dopo la messa inizia la festa, con musica popolare, danze e buon cibo, perché la Festa di ringraziamento per il raccolto è anche una ricompensa alle fatiche dell’estate.

Dove andarla a vedere

Svizzera. Ho avuto la fortuna di assistervi lo scorso anno in Svizzera, nel Vallese, al passo della Gemmi. Qui la discesa a valle delle pecore è una festa con eventi abbinati, il tutto accompagnato da una festa con raclette, grigliata, musica e danze. Sabato le pecore vengono raccolte, prima di intraprendere la discesa , tutt’altro che semplice, di domenica fino a Leukerbad e, dopo una breve pausa per pecore e pastori, si prosegue poi fino a Leuk. In totale gli ovini devono superare un dislivello di 1.700 metri.
(info per soggiorni su www.leukerbad.ch)

Sud Tirolo. In Val Senales sabato 13 settembre al lago di Vernago le greggi saranno attese tra le ore 12 e le 13, ma i festeggiamenti inizieranno già dalle 10 con musica dal vivo e tante specialità locali.
Per assistere e partecipare è consigliabile, per la scarsa possibilità di parcheggiare a Vernago, prendere il bus navetta fino a Madonna di Senales (1,50 euro a persona/viaggio) oppure andare a piedi attraverso il sentiero n. 15 nel bosco, che dura circa 1 ora in salita e 40 minuti in discesa. Disponibile anche il servizio navetta Shuttle Silke, prenotabile telefonicamente (tel. 335 5228700).
Domenica 14 settembre si fa festa a Maso Corto, dove le pecore arrivano tra le 15 e le 16, ma anche qui, già dalle 10, si mangia, si ascolta musica, si assaggiano prodotti tipici.
ri della transumanza potrebbero variare in base alle condizioni meteorologiche.

Tirolo e Innsbruck. Magica transumanza anche, a pochi chilometri dal confine italiano del Brennero. Mucche e pecore vengono addobbate per scendere a valle e invadono le strade dei piccoli villaggi, guidate dal richiamo dei pastori. Fanno ritorno a casa, dopo un’estate passata nei pascoli. Si passeggia tra gli animali, tra il suono dei campanacci e si scopre una delle più antiche tradizioni di montagna del Tirolo.

SONY DSC
la transumanza in Tirolo

City break per Innsbruck
3 pernottamenti con prima colazione a partire da 189 euro a persona in camera doppia, con il pacchetto City break valido fino al 2 novembre 2014. L’offerta comprende: Innsbruck card di 48 ore, un caffè e una fetta di torta nella Alpenlounge Seegrube a 2000m, che si può raggiungere in meno di 20 minuti con la funicolare realizzata da Zaha Hadid.

Info: Innsbruck Tourismus, tel. +43-512-59850, office@innsbruck.info, www.innsbruck.info.

Al.Fa

Ciao, sono Alessandra, faccio la giornalista dal lontano 2003!, lavoro in un'agenzia di comunicazione e mi occupo di viaggi e agroalimentare. Le mie passioni? Viaggi, storie autentiche, natura, mobile journalism. Non serve andare lontano per stupirsi. Quello che serve a un viaggiatore sono occhi aperti e buona memoria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.