Sicilia iperlocale: 10 esperienze uniche da provare

Sicilia iperlocale: 10 esperienze uniche da provare

La Sicilia è una delle isole che meglio si prestano a una vacanza on the road, soprattutto in questo periodo: abbastanza ampia da poter regalare tantissimi scorci e itinerari, può essere percorsa coast to coast volendo anche in una settimana di vacanza, con le tappe e le soste giuste. 

Ma soprattutto, è un isola che regala esperienze davvero uniche. Oggi vi parlo di dieci esperienze iperlocali a mio parere imperdibili che renderanno il vostro viaggio in Sicilia indimenticabile e davvero speciale. E che potete vivere in una settimana di vacanza in auto.

Mare, cultura, enogastronomia: ci sono tantissime esperienze da provare in un viaggio in Sicilia on the road!

E se ci arrivassimo con la nostra auto in nave?  

Un’idea comoda è anche raggiungere la Sicilia con il vostro proprio mezzo di trasporto: auto, bici o moto. Con i traghetti Sicilia  potrete portare a bordo questi mezzi senza stress, restrizioni bagagli ecc…

La cosa bella infatti è che ormai si può raggiungere la Sicila in traghetto da moltissimi porti italiani e così facendo la vacanza inizia subito

Parcheggiata l’auto, non resta che godersi il viaggio in nave, prendendo il sole o rilassandosi in cabina con la tv, prendendo qualcosa da mangiare o persino facendo il bagno in piscina grazie ad alcune navi - traghetto che ne sono fornite. Ci sono persino le suites! Controllate i servizi offerti sul traghetto per la Sicilia che avete scelto.

Quindi, la prima esperienza divertente e diversa dal solito per un viaggio in Sicilia secondo me è provare a raggiungerla con il traghetto e godersi l’inizio anticipato della vacanza. E visto che siete con la vostra auto potete eventualmente portarvi dietro anche le bici per qualche escursione. Libertà totale.

Venendo al dunque una volta arrivati a destinazione invece, ecco  i miei consigli per entrare appieno nel mood siciliano in un viaggio on the road!

10 esperienze iperlocali da provare in un viaggio in Sicilia!

  1. Durante il vostro itinerario in Sicilia un’esperienza da non perdere è gustare una granita di gelso al Caffè Sicilia di Corrado Assenza a Noto. Assenza, pastry chef diventato famoso anche su Netflix perchè protagonista di una puntata di Chef’s Table, ha fatto un lavoro incredibile di recupero delle micro colture siciliane, dalla mandorla pizzuta al gelso locale appunto, rendendoli protagonisti di dolci di alta pasticceria.
  2. Costeggiando la costa e le sue bellissime spiagge proseguite il viaggio in Sicilia visitando il museo della Mandorla di Avola, a poca distanza da Noto, e partecipate a una degustazione in loco per scoprire tutto su questa coltura locale. 
  3. Pausa pranzo o cena da Campisi a Marzamemi, dove si possono gustare tantissimi prodotti tipici siciliani locali combinati in una cucina semplice ma gustosissima!
  4. Fate una deviazione per andare a visitare uno dei misteri più affascinanti dell’ archeologia siciliana: i Santoni di Palazzolo Acreide, considerati il più maggior santuario finora noto dedicato al culto delle dea Cibele. 
  5. Non tutti i turisti conoscono questo posto, ma un’esperienza in Sicilia da provare è un’escursione ai laghetti di Cavagrande di Cassibile: oasi naturale con cascatelle, torrenti e laghi immersa in un incredibile scenario. Portate le scarpe da trekking perchè c’è un po’ da camminare.
  6. A Selinunte, oltre una visita allo splendido parco archeologico, fermatevi al ristorante sulla spiaggia per gustare le sarde incannate all’antica, un piatto tipico locale con le sarde di Selinunte, specie locale. Io le ho mangiate al Lido Zabbara: si cena affacciati sulla spiaggia con vista tempio e si sceglie il pesce direttamente tra il pescato del giorno. All’alba, a Selinunte alzatevi presto per andare al porto e assistere all’asta del pesce locale.
  7. Visitare le necropoli rupestri di Pantalica, una località naturalistico-archeologica della provincia di Siracusa.
  8. Spostarsi nell’entroterra siciliano, fino a Piazza Armerina, e andare a vedere i mosaici della villa romana del Casale.
  9. Raggiungere il punto più a sud dell’isola, Isola delle Correnti, dove finisce il Sentiero Italia!
  10. Visitare l’azienda agricola di Gianluca Pannocchietti a Rosolini, custode di biodiversità. Con il suo progetto Radice Sicula,  sta conservando e diffondendo gli antichi semi di ortaggi, frutti e piante siciliani. Potrete scoprire e assaggiare frutta e verdura davvero speciali e unici, perchè davvero iperlocali!

Consiglio fuori elenco e stagionale: volete un’esperienza davvero iperlocale se fate un viaggio in Sicilia a settembre-ottobre? Provare la mostarda siciliana . Vi sfido a trovarla!

Buon viaggio, e se provate qualcuna esperienza taggatemi sui social e usate il tag #iperlocale 

Al.Fa

Ciao, sono Alessandra, faccio la giornalista dal lontano 2003!, lavoro in un'agenzia di comunicazione e mi occupo di viaggi e agroalimentare. Le mie passioni? Viaggi, storie autentiche, natura, mobile journalism. Non serve andare lontano per stupirsi. Quello che serve a un viaggiatore sono occhi aperti e buona memoria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.