Il rito dell’aufguss al Cron4 di Riscone (Bolzano). Nudi.

Cron4Sauna

Il Cron4 di Riscone (Bolzano) è forse il miglior centro benessere italiano in rapporto a qualità-prezzo. Si trova in Val Pusteria, a 2 chilometri da Brunico, città raggiungibile comodamente anche in treno.

Il centro si divide in due zone: piscine (con costume da bagno) e saune (costume vietato). Il punto forte della struttura risiede proprio in quest'area dove si trovano una decina fra saune e bagni turchi. Nonostante si sviluppi sopratutto all'esterno, la struttura è ideale per la tintarella estiva, ma è vivibilissimo pure d'inverno. D'altronde uscendo da una sauna a 100 gradi, anche il termometro sottozero non fa per niente paura. Anzi, tempra la salute.

A rendere particolarmente suggestivo il parco saune è la presenza di tante casette in legno in stile tirolese: all'interno si suda oppure si riposa con la presenza di comodissimi materassi e profumi di montagna.

Il rito degli aufguss

Al centro della struttura si trova la sauna da 65 posti (su 3 piani) dove ogni ora si svolgono gli aufguss (gettata di vapore). Si tratta di un rito in cui, mentre gli ospiti sono seduti sulle panche in legno, uno o due “maestri” del vapore riscaldano l'ambiente per circa 10-12 minuti.

Come? Si getta sul braciere centrale acqua e ghiaccio, “conditi” con profumi (lavanda, limone, pino, eucalipto, eccetera). Poi lo sventolatore gira per la sauna con un asciugamano, sventolandolo e quindi lanciando il vapore sulla pelle degli ospiti. La sensazione è quella di un vento di Scirocco incandescente, soprattutto ai piani alti. Ma piacevolissimo. Chi non resiste può uscire, suscitando un po' di ilarità fra i presenti. Il giro si ripete tre volte e, chiaramente, col passare del tempo la sensazione di calore aumenta. Tanto che, una volta usciti, un tuffo sulla neve o un nella vasca ghiacciata è molto piacevole.

Al Cron4 è imperdibile l'aufguss delle ore 16 e delle 17: quello “molto caldo” alla betulla dove i maestri sono due, si sta dentro per circa 20 minuti e, chi vuole, può essere dolcemente fustigato sulla schiena con dei rami di betulla. Molto suggestivo anche l'aufguss degli “Sciamani” nella sauna sotterranea con l'utilizzo di bonghi e altri strumenti musicali.

Il premio alla fine degli aufguss è che il centro offre sempre qualcosa bere o da mangiare: pezzi di frutta, patate lesse, brodino di porri (ottimo), thè allo zenzero e altro. Tutto molto gustoso e ideale per reintegrare il corpo con le vitamine e i sali persi durante la sudata.

Curiosità

Come detto il centro è alla tedesca: costume vietato. Anche i più timidi, però, possono evitare di scoprirsi. Per il centro chiaramente si gira con l'accappatoio o l'asciugamano, in sauna ci si può coprire  coi teli e ci sono anche docce separate uomini-donne per chi ha qualche problema nell'acclimatarsi con la nudità.

Prezzi:

Costi: una giornata in piscina al Cron4 di Riscone con la sauna costa 25 euro (sabato e domenica), un prezzo che scende lievemente nei giorni feriali. Soggiornando però a Riscone molte strutture ricettive permettono il 50% di sconto, rendendo il Cron4 super conveniente.

Cron4SaunePer chi ama sauna e relax il Cron4 è un luogo da visitare. Almeno una volta nella vita.

Il suo sito web: www.cron4.it

Nicola Antonello

Dal 2002 sono giornalista della Prealpina, il principale media della provincia di Varese e uno dei quotidiani più antichi d’Italia, dove mi sono specializzato in cronaca locale, politica ed economia. Qualche volta durante l’anno (augurandosi che le occasioni aumentino) mi concedo il piacere di diventare giornalista turistico ed eno-gastronomico. Apprezzo la qualità dei prodotti e la passione degli imprenditori impegnati nel turismo, specialmente nelle piccole realtà. Nelle recensioni non nascondo eventuali critiche, espresse sempre con garbo, stimolando sempre un miglioramento di chi è l’oggetto delle osservazioni. Penso di essere ormai super specializzato nelle recensioni dei centri benessere, di cui amo particolarmente la “filosofia tedesca”. Mi piace la cucina e i ristoranti che promuovono menu arricchiti da piatti stagionali o da prodotti del territorio e soprattutto chi è capace di bilanciare la qualità con il conto finale. Amante anche del turismo dolce: passeggiate, biciclettate, del mare come della montagna. Non chiedetemi di viaggiare in volo oltre le 3-4 ore, altrimenti potrei dirottare l’aereo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.