panorama

Cosa significa “Undertourism”? L'undertourism è una tendenza del turismo che, per farla semplice, si contrappone all'overtourism, il fenomeno di sovraffollamento di alcune mete turistiche molto conosciute. 

In pratica, significa una forma di turismo in cui si scelgono mete alternative o fuori stagione, vengono valorizzate le realtà locali e si predilige una forma di turismo sostenibile. I viaggiatori si orientano verso località meno note e frequentate, spesso fuori dai circuiti turistici tradizionali.  L'obiettivo è vivere un'esperienza più autentica e profonda, a contatto con la cultura e le tradizioni del luogo, evitando le “trappole per turisti" e l'inflazione dei prezzi. 

Turismo più responsabile

Per questo l'undertourism si sposa con un approccio al viaggio più responsabile e rispettoso dell'ambiente e delle comunità locali.

É infatti  un modo di viaggiare che si concentra sulla scoperta di destinazioni meno conosciute e frequentate. Oppure muoversi fuori stagione. Questo aiuta a ridistribuire i flussi turistici, evitando il sovraffollamento e l'impatto negativo su ambiente e comunità locali, e offre anche un'esperienza di viaggio più autentica e personale.

Perché scegliere questo stile di viaggio? Per evitare la folla, sentirsi “esploratori” e scoprire davvero nuovi posti. L’undertourism permette di godere di una viaggio più a misura d'uomo. L'esplorazione di mete meno conosciute può regalare sorprese inaspettate e la scoperta di autentiche gemme nascoste, oltre ad aiutare a distribuire i benefici del turismo in modo più equo e a tutelare l'ambiente e le culture locali.

La destagionalizzazione del turismo ad esempio può portare a una stagione turistica più lunga, a una distribuzione più uniforme della domanda e a periodi di occupazione più lunghi per i lavoratori del turismo. (fonte: Cisneros-Martínez, J., McCabe, S., & Fernández-Morales, A. (2018). The contribution of social tourism to sustainable tourism: a case study of seasonally adjusted programmes in SpainJournal of Sustainable Tourism, 26, 85 - 107. https://doi.org/10.1080/09669582.2017.1319844.)

Esempi di mete per l’undertourism:

In Italia queste possono essere borghi montani, piccoli comuni rurali, isole minori. Qualche esempio? Le ciclabili e le località in provincia di Varese, i borghi più remoti della Basilicata, l’isola di Capraia (fuori stagione), località raggiungibili in treno o con mezzi di trasporto alternativi o attraverso l’intermodalità di mobilità dolce (treno e bici per esempio).

Come viaggiare in questo modo

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Inizia cercando luoghi meno noti che possano offrire esperienze che ti interessano. Ad esempio, invece di visitare una città europea famosa per i suoi musei, cerca una città più piccola con una ricca offerta culturale o anche grande ma meno inflazionata e meno affollata. Ad esempio, tra le città italiane mi stupisce sempre che spesso tra le destionazioni in cui vanno tutti non si menzionino quasi mai anche Trieste, Potenza, Treviso, Vicenza, Brescia, Savona, ecc...

  • Anziché le città principali, cerca località meno note, anche nelle tue vicinanze, interessati a destinazioni che non conoscevi guardando nelle mappe, prova a organizzare brevi gite fuori porta vicino a dove vivi, fuori stagione, magari raggiungibili in treno o in bici. 
  • Viaggia fuori stagione: considera di viaggiare nei periodi meno affollati. Visitare una destinazione fuori stagione non solo ti permetterà di godere di un'esperienza più tranquilla, ma aiuterà anche le comunità locali a beneficiare di un flusso turistico più costante durante l'anno.
  • Supporta l'economia locale: scegli alloggi, ristoranti e attività gestiti localmente.Ti permetterà anche di vivere un'esperienza più autentica e di supportare direttamente l'economia locale.
  • Adotta pratiche sostenibili: l'undertourism va di pari passo con il turismo sostenibile. Cerca di ridurre il tuo impatto ambientale viaggiando in modo responsabile, ad esempio utilizzando mezzi di trasporto a basso impatto, riducendo i rifiuti e rispettando l'ambiente naturale e culturale delle destinazioni che visiti.
  • Diventa un turista consapevole: informarsi sulla cultura e le tradizioni dei luoghi che si visitano è fondamentale. Mostra rispetto e sensibilità verso le comunità locali, cercando di comprendere le loro usanze e contribuendo a preservare la loro identità culturale.

Perché l'undertourism è importante

L'undertourism non è solo una tendenza di viaggio, ma una necessità per garantire la sostenibilità a lungo termine del turismo globale. Ridistribuendo i visitatori verso destinazioni meno note o in periodi meno affollati, o anche in QUARTIERI meno inflazionati, possiamo alleviare la pressione su quelle sovraffollate, contribuendo al contempo alla conservazione delle risorse naturali e culturali e al benessere delle comunità.

Cosa ne pensate? Avete mete o consigli da condividere?

Io vi invito a provare queste destinazioni

Scritto da:

Al.Fa

Ciao, sono Alessandra, faccio la giornalista dal lontano 2003! Lavoro in un'agenzia di comunicazione e mi occupo di viaggi e agroalimentare.

Le mie passioni? Viaggi, storie autentiche, natura, mobile journalism.

Non serve andare lontano per stupirsi. Quello che serve a un viaggiatore sono occhi aperti e buona memoria.